lunedì, giugno 23, 2008

MA QUALE SCANNER:
PER I FUORI ONDA
BASTA PARABOLA E RICEVITORE!

video

Parabola e ricevitore (60 euro in tutto).Come quelle che ci sono in milioni di case italiane.Questa è la strumentazione (assolutamente legale) per "catturare" i fuori onda.In qualsiasi Centro Commerciale trovate tutto il kit.Poi, se proprio vogliamo esagerare, è meglio avere un rotore motorizzato sul quale piazzare la normalissima parabola (altre 50 euro) per farla muovere da un satellite all'altro anzichè muovere la parabola a mano . Il rotore è in vendita in qualsiasi negozio di elettronica.Da decine di anni sono migliaia, solo in Europa, i "feedhunters" che possiamo tradurre in"cacciatori di fuori onda". Ci sono centinaia di siti internet e forum dove anche minuto per minuto sono indicati satellite e frequenze dei fuori onda o feed (ovvero segnali servizio).Una pratica diffusissima.Questa mattina prima di andare in onda Pina Esposito di SKY TG 24 (davanti al CSM) e il suo operatore parlavano di questo mio blog e dei fuori onda.Il tecnico-operatore ha parlato di scanner per la ricezione dei fuori onda.Ma quando mai!!!!!!!Mi stupisce che un tecnico che lavori a Sky (miglior network informativo italiano) non sappia queste cose elementari e possa dire fesserie come quella che "per registrare i feed ci vorrebbe uno scanner".Lo scanner lavora solo ed esclusivamente su frequenze radiofoniche analogiche in uno spazio assolutamente limitato (dimensione locale), (si tratta dei cosidetti "baracchini" e non ha nulla a che vedere con i fuori onda televisivi).

I FEED (FUORI ONDA) SONO SEGNALI DI SERVIZIO USATI DA TUTTE LE TV DEL MONDO E VENGONO TRASMESSI IN SEGNALE DIGITALE VIA SATELLITE.

In pratica dire che per vedere un feed si usa lo scanner è come dire che... la lavatrice può essere usata per fare il caffè!

Grazie comunque a Pina Esposito e a tutti gli altri giornalisti che hanno capito lo spirito di questo Blog e ne apprezzano i suoi contenuti.Questo blog è e rimane sempre e comunque dalla parte dei giornalisti (d'altra parte non potrebbe essere diversamente).

Lasciatemi ora fare i complimenti alla telegiornalista Pina Esposito.La sua voce caratteristica, roca e calda, così come il suo modo di fare giornalismo, preciso e documentato, sono degni della miglior stima.

Nessun commento: