martedì, giugno 17, 2008

RAFFAELLA CESARONI DI SKY TG24 :
"UN BLOG CURIOSO E IMPERTINENTE"


Da oggi diamo voce diretta ai telegiornalisti: protagonisti delle news e dei nostri fuori onda.Prima intervista esclusiva, in collaborazione con il nostro sito amico,
http://skytg24fans.blogspot.com/
è dedicata ad una delle conduttrici del Telegiornale di Sky TG24, la bravissima e splendida Raffaella Cesaroni.
Cosa pensi di questo blog e dei fuorionda?
E’ un blog curioso ed impertinente. Non so come facciate ad avere tutti questi fuorionda… fatto sta che c’è da stare attenti visto che spesso, quando si è all’esterno in attesa di collegarsi con lo studio per una diretta, c’è da attendere. E nell’attesa si parla in libertà. Dovrò stare molto, molto attenta!
Raccontaci ora qualcosa dei tuoi inizi nel mondo giornalistico.
Ho scelto presto di diventare una giornalista. Estate dei miei sedici anni. Una Tv locale, Tele Lazio. Ottima palestra per iniziare. Ne avevo diciassette quando il direttore licenziò i conduttori del Tg. Ricordo le sue parole: stasera conduci tu! Prima ho pensato di svenire, poi mi sono lanciata. Ed è andata bene. Questa professione mi piace, mi diverte, mi appaga e allo stesso tempo mi consente di essere una donna libera ed indipendente. Non mi pare poco.
Quali sono i tuoi miti, i tuoi giornalisti preferiti?
Miti non ne ho. Quanto ai giornalisti, guardando in casa trovo la squadra di Sky Tg24 piuttosto competitiva. Un gruppo giovane e motivato. Seguo, ovviamente, la concorrenza. Mi piacerebbe avere la cultura di Gianni Riotta, aver fatto almeno la metà delle sue esperienze e dei suoi pezzi. Di Beppe Servegnini apprezzo preparazione e stile. Mi piace molto la semplicità e l’ironia che accompagnano sempre le interviste che fa per il nostro canale.
Quale notizia ti ha particolarmente colpito nell’annunciarla in diretta?
Non potrò mai cancellare il pomeriggio del crollo delle Twin Towers di Manhattan. Ero ancora a Stream News. Quasi 5 anni di conduzione di Sky Tg24 mi hanno offerto occasioni importanti. Mi torna in mente la notte della morte di Yasser Arafat… il mese vissuto nel Principato di Monaco per raccontare gli ultimi giorni di Ranieri III… le entusiasmanti maratone elettorali… il grave incidente nella metropolitana di Roma… gli attentati di Madrid e Londra… la commemorazione dei 10 anni dalla morte di Lady Diana. La conduzione del Tg è emozionante. Una grande responsabilità ogni giorno.
Come ti trovi a Skytg24? Obiettivi nel futuro professionale?
Se pensassi – oggi - di aver già realizzato il mio sogno professionale sarei demotivata anziché felice. Mi conosco, ho bisogno di sfide continue, stimoli, altrimenti, che noia! Sono molto felice di far parte della squadra di SKY TG24. Di aver speso il mio massimo per lo start-up di questo canale e di continuare a farlo ogni giorno che la mia sveglia suona alle 3. Ma voglio pensare di essere all’inizio del mio sogno professionale. Ho tanto da imparare, obiettivi da raggiungere che mi stimolano ogni giorno a fare meglio. So di avere una grande fortuna: passione e professione nella mia vita coincidono. E allora lavorare non è fatica.
Parliamo di tempo libero: a cosa non rinuncia mai Raffaella Cesaroni?
Adoro questa professione, ma da questo lavoro non mi faccio portar via la vita. E la vita per me è l’intera gamma dei sentimenti. Amare per me è necessità, essere amata un bisogno primario. Cuore e anima sempre nel privato e nel lavoro. Mi considero una donna solida e con idee chiare. Ma la mia forza mi arriva dall’amore che percepisco accanto a me. Una famiglia granitica prima di tutto, allargata ad una ristretta cerchia di persone che della mia vita sono parte fondamentale. In ordine sparso: non rinuncio al parco giochi con i miei piccoli nipoti, al pranzo della domenica (quando ce l’ho libera) con genitori, fratelli e cognate, alle chiacchierate fiume con le amiche davanti al caffè, ai viaggi ogni volta che posso scappare, alle corse al mare, ad un aperitivo romantico seduta su un muretto a Trastevere, a cucinare con passione per chi mi sta a cuore, ad un lungo massaggio rilassante, ad un pomeriggio di regali, alla cura dei miei gerani, ad una giornata di sole a Sabaudia, ad un piatto fumante di risotto alla pescatora, ad una lunga passeggiata ovunque sia…
Qual è il tuo film preferito, qual è il cd che ascolti di più e il libro che porteresti sempre con te?
Uno dei lussi della vita per me è stare sdraiata sul tappeto di casa a guardare un film. Esserne catturata. Se devo fare un titolo… "Qualcosa di personale" di Jon Avnet. Un film con dentro tutto.
Di musica ne sento tanta. Sempre accesa, ovunque. Ho scoperto una radio di musica solo italiana. Mi piacciono Vasco Rossi, Elisa, la Nannini, il mio conterraneo Tiziano ferro, i Tiromancino, Le Vibrazioni. Ma apprezzo molto anche gli artisti internazionali. I primi che mi vengono in mente… Jamiroquai, Rem, James Blunt, Skin, Sade, Alanis Morrisette.
Il libro? "Il Racconto dell’isola sconosciuta" del Nobel portoghese José Saramago. E’ una favoletta. Piena di significati. Sulla vita e sull’amore.
(Un doveroso grazie va a Raffaella Cesaroni oltre che per la sua disponibilità all'intervista anche per le foto che lei stessa ci ha inviato).

6 commenti:

Anonimo ha detto...

che bella donna!

bartolomeo ha detto...

Splendida accativante Una madonna! Iteligente e ottima condutrice.. rimani sempre cosi

faicio ha detto...

BElla sensuale accativante. ottima condutrice e ottimi servizi. continua così

Anonimo ha detto...

hi Raffaela, I saw you by chance on tg24. you are so brilliant. so lovely. wish you all the best.
Alfred.
chief editor
al Arabiya News Channnel.
Dubai.

Andrea Atzori ha detto...

Certo che se questo commento fosse vero sarebbe una notizia.Mah...

mamma ha detto...

...ci sono bellissime donne nel mondo...ma raffaella è...qualcosa di ...incredibile...