mercoledì, giugno 10, 2009

Intervista a Lucia Trotta: da sei anni a Sky Tg 24
"UN BLOG IRONICO E MISURATO"
"ma è imbattibile l'efficacia della radio"



(Clip di fuorionda inediti di Lucia Trotta di Sky Tg 24)


Si occupa di politica con competenza e serietà. Sarà anche per questo che è praticamente impossibile scovarla in fuorionda sopra le righe. Lucia Trotta, giornalista di Sky Tg 24, 35 anni, salernitana, nei suoi servizi abbina la chiarezza, alla semplicità. Doti assai rare per chi si trova a spiegare al grande pubblico dichiarazioni politiche, alleanze tra partiti e normative di legge.


E' uno dei pochi intervistati su questo Blog dedicato ai fuorionda, che ha parlato di "off air" non solo come momento comico (luogo comune che cerco sempre di sfatare), ma anche come vera e propria fonte di notizie.


Laureata in legge e praticante legale. Da quasi avvocato, a giornalista in tv. Rimpianti per questa scelta ? No, nessuna rimpianto! Fare pratica in uno studio legale è stata una bella esperienza, ma avevo 23 anni e volevo seguire il mio sogno di fare giornalismo. Forse qualche anno dopo la mia scelta sarebbe stata diversa, ma non mi pento affatto. -Radio, carta stampa, Agenzia di Stampa e Tv. Esperienza completa con i media la tua. Ma hai una preferenza tra questi 4 mezzi di comunicazione ? Analizzane pregi e difetti. Lavoro a Skytg24 dall’inizio, sono quasi sei anni. L’all news è un lavoro totalizzante, è tv ma con i tempi che deve avere un’agenzia di stampa. E in questo aver lavorato prima all’Adnkronos mi ha aiutato tantissimo. La carta stampata ti dà più possibilità di andare a fondo, si ha più tempo e devi cercare un taglio diverso per le cose che racconti. E ti dà anche la possibilità di mantenere forse un rapporto più costante con le fonti. Imbattibile per me l’efficacia della radio. Il giorno dei funerali delle vittime del terremoto ho sentito un pezzo alla radio che mi ha davvero toccato: le immagini sono fondamentali, ma a volte il rischio è che in qualche modo prendano il sopravvento sui fatti, che diventino ‘’la normalità’’, per quanto dolorose…e in questo sta anche la sfida più difficile nel fare televisione.
-L’informazione politica in Italia soffre di pesanti condizionamenti economici. Che cosa può fare il telespettatore per conoscere una realtà completa dei fatti del palazzo? Il lavoro da fare c’è ed è tanto. Più che di cosa devono fare i telespettatori/lettori direi che ci dobbiamo concentrare tutti sull’obiettivo di dare un’informazione il più possibile completa e non di parte: sta poi ad ognuno trarre le conclusioni. Quanto ai fatti di palazzo, oltre alle news e agli approfondimenti, internet è uno strumento formidabile: dalle camere agli enti locali, i siti istituzionali danno a tutti i cittadini la possibilità di seguire l’iter di leggi e provvedimenti, le relative modifiche e tutto quanto riguarda la nostra vita di tutti i giorni. Hai lavorato all'estero e ti sei occupata di affari internazionali. Proviamo a comparare un tg italiano con quello di un qualsiasi paese europeo. Non pensi che diamo troppo poco spazio alle notizie non di casa nostra rispetto agli altri? In Italia la tendenza a parlare solo di noi è ancora troppo forte: si dà spazio all’estero, che sia cronaca o politica internazionale, solo quando ci sono grandi eventi. Gli Stati Uniti fanno sempre notizia, la Birmania quasi mai. -Fuorionda. Che ne pensi in genere e ti piace il mio Blog? Trovo il tuo blog ironico e misurato. E non è facile. In generale il fuorionda è un’arma a doppio taglio: può essere molto utile per trovare notizie ed è divertente quando rivela situazioni comiche, serve insomma a farsi tutti due risate. (Sempre che il diretto interessato sia dotato di autoironia!) Al contrario non mi piace se viene usato per ridicolizzare debolezze o momenti di stanchezza, in quel caso non ne vedo davvero l’utilità per gli spettatori. Ma questo - per quel che ho potuto vedere - non mi pare il tuo caso ! (Grazie a Lucia per la disponibilità)

5 commenti:

Simone Mori ha detto...

Bravissima Lucia. Ottima intervista Andrea.Un saluto!

Anonimo ha detto...

Bella intervista! Ma il primo video del fuorionda non si può vedere? Simon

Andrea Atzori ha detto...

I due video si vedono regolarmente.Forse hai provato in un momento di alto traffico youtube.

Anonimo ha detto...

Se provo a farlo partire appare questa scritta "questo è un video privato. se hai ricevuto questo video, assicurati di accettare la richiesta del mittente di diventare suo amico". E poi su youtube non esiste. Come posso fare a vederlo? Simon

Andrea Atzori ha detto...

Hai ragione.
Avevo lasciato la modalità privata e non pubblica.
Grazie per avermelo detto.
Ora puoi vederlo.
ciao