lunedì, giugno 01, 2009

Ora lo dice anche il quotidiano "La Repubblica"
"INCHIESTA VERSO IL TRASFERIMENTO"
ma perchè è intervenuta la Procura di Roma ?

E alla fine anche i grandi media italiani forse iniziano a svegliarsi e ne parlarno.

Io su questo misero Blog lo faccio da tre giorni, ma non importa, meglio tardi che mai....

Il quotidiano La Repubblica per la prima volta oggi, primo giugno 2009, parla del possibile trasferimento dell' inchiesta giudiziaria sulle "foto vietate di Villa Certosa " dalla Procura di Roma a Tempio e pure per la prima volta parla del primo procedimento esistente contro il fotografo Zappadu aperto nel 2007 (e avviato verso il proscioglimento del fotografo sardo perchè il fatto non sussiste).

L'articolo è di Marino Bisso


ecco lo stralcio del suo pezzo


"È destinata invece a essere trasferita a Tempio Pausania l'indagine, per violazione della privacy, con al centro le centinaia di fotografie scattate dal fotoreporter Zappadu a ragazze e politici ospiti delle feste di Villa Certosa. Nella procura della cittadina sarda, tra l'altro, esiste già un procedimento nei confronti di Zappadu sotto inchiesta per lo scoop messo a segno nel 2007 che ritraeva Berlusconi a Villa Certosa in compagnia di alcune ragazze, tra le quali una ex concorrente del Grande Fratello. Ieri, intanto, i carabinieri hanno sequestrato nella redazione di Cagliari del giornale freepress Epolis un pc utilizzato dal fotoreporter. "


Ma allora dico io, rimane un interrogativo ancora aperto.

Perchè la Procura di Roma (non di Tempio) è intervenuta con urgenza con la richiesta di sequestro delle foto scattate da Zappadu delle feste di Villa Certosa e degli arrivi all'aeroporto con voli di stato?

Se la competenza territoriale era della Procura di Tempio, perchè è stata la Procura di Roma a far sequestrare le foto?





1 commento:

Andrea Atzori ha detto...

aggiornamento

ultimo aggiornamento: 01 giugno, ore 14:19
Roma, 1 giu. (Adnkronos) - Sara' trasferita alla Procura di Tempio Pausania l'indagine scaturita dal sequestro delle fotografie riguardanti gli ospiti di Villa Certosa, fotografie che sono state sequestrate al fotografo Antonello Zappadu. La decisione e' del procuratore della Repubblica di Roma, Giovanni Ferrara, che sabato scorso su istanza dello stesso presidente del Consiglio Silvio Berlusconi tramite l'avvocato Niccolo' Ghedini aveva disposto il sequestro.