venerdì, luglio 04, 2008

"FAVOLOSI FUORI ONDA DI QUESTO BLOG":
PAROLA DI ALESSIO VIOLA, SKY TG 24




Seconda intervista ad un conduttore del TG di Sky Tg 24, in collaborazione con il sito di Simone Mori http://skytg24fans.blogspot.com/.Dopo Raffaella Cesaroni, oggi è la volta di Alessio Viola.
Cosa ne pensi di questo blog?
Lo trovo molto bello. Favolosi i fuori onda. Ma come li becchi Andrea??? Un bell'impegno comunque, per chi lo cura ma una grande soddisfazione anche: perchè ho visto che siete in tantissimi.
Che dire.. Atzori presto come Grillo, è il mio augurio! Grazie davvero per l'attenzione che ci date. In bocca al lupo!
Raccontaci come è stato il tuo ingresso nel giornalismo…
Sono professionista dal 2003. Ho iniziato a 24 anni in un giornale di automobili. Poi ho seguito la Formula Uno per un agenzia sportiva e ancora carta stampata scrivendo per Gente, Panorama, La Macchina del Tempo, Tv Sorrisi e Canzoni, Il Foglio, L’Indipendente. Infine nell’estate del 2005 entro per la prima volta nella redazione di un tg e inizio a lavorare per Skytg24.
Il mondo di Skytg24. Com’è?
E’ stato il primo canale all news italiano. Basta questo per spiegare la novità che il nostro canale ha portato nel panorama dell’informazione televisiva. Oggi ci sono le nostre 39 edizioni, sempre in diretta, gli approfondimenti, le ultimissime che diamo durante tutta la giornata. E poi la nostra velocità di spostarci, di andare dove serve, una struttura snella e libera dai condizionamenti della politica. Insomma ce n’è abbastanza per dire che Skytg24 al momento è il miglior telegiornale italiano. Sono troppo di parte?


Da bambino pensavi a questa professione oppure i tuoi obiettivi e sogni erano altrove?
La tv mi è sempre piaciuta. Ma a dire il vero mi facevano sognare il teatro e il cinema. Grazie a mio nonno mi sono appassionato alla commedia all’italiana. Aveva un proiettore, vedevo i film in bianco e nero con il classico rumore della pellicola che scorre. Ho visto così quasi tutti i film di Totò. Il giornalismo è venuto dopo. Il mio sogno da ragazzino? Se non ricordo male era di diventare un grande attore. Poi sono diventato solo grande.
C’è un mito o un punto di riferimento ?
No, nessun mito particolare nel giornalismo. Tantissimi colleghi che stimo però sì. Se proprio devo fare un nome per quel che riguarda la tv direi che mi piace Mentana. Avevo vent’anni quando nasceva il tg5. Mi ricordo molto bene le prime edizioni. E naturalmente anche quelle dell’una con Cesara Bonamici e un certo Emilio Carelli....


(Alessio Viola in fuorionda)

Conduci nel prime time, è una responsabilità maggiore?
Penso di si. Per tradizione il prime time è una fascia molto importante nel palinsesto e sento questa responsabilità. Voglio aggiungere che è anche un grande onore per me.

C’è una notizia che ti ha particolarmente emozionato dare in diretta ed una che invece vorresti un giorno annunciare?

Ci passano davanti talmente tante notizie che il rischio assuefazione è sempre dietro l’angolo. Un po’ come il medico che non si impressiona più davanti ai malati. Ma sono tante quelle che ti emozionano. In questo momento mi viene in mente il malore di Silvio Berlusconi a Montecatini. Stavamo seguendo il suo discorso in diretta e il suo svenimento pubblico ci colpì un bel po’. Per qualche istante pensammo davvero a qualcosa di brutto. Poi come sappiamo il Cavaliere si riprese, eccome.


Tra qualche mese si vota in Usa. Un tuo parere su chi riuscirà a vincere la corsa
Vorrei che vincesse Obama. Speriamo che lo "yes we can" originale vada meglio del "si può fare" veltroniano.
Obiettivi professionali per il futuro?
Mi piacerebbe condurre uno spazio di approfondimento con incontri e interviste a grandi personaggi. Un programma un po’ meno rigido nella forma rispetto al tg. Insomma, lo ammetto: sono un grande fan di David Letterman e di quel tipo di show.
Cosa fa Alessio Viola nel tempo libero, appena lontano dal mondo di Sky?
La prima cosa? Mi levo la cravatta. Il resto viene da sé.
Un libro, un cd e un film che tieni nel cuore.
In questo momento mi vengono in mente Il piccolo principe, Puer Eternus di Hillman, molte canzoni di Vasco e De Andrè, Kubrik e De Palma in generale. Ma ce ne sono mille altri.
La conduzione in coppia è difficile? Lavinia Spingardi ti ha citato come il migliore..
Se la conduzione in coppia diventa difficile vuol dire che c’è qualcosa che non va. Con Lavinia Spingardi abbiamo iniziato insieme. C’è un feeling particolare. Ricambio il migliore con la migliore...
Un consiglio per chi si avvicina al giornalismo
Due cose anzi tre. Curiosità, umiltà ed evitare di prendersi troppo sul serio. Quest’ultima cosa aiuta a essere più seri.


Grazie Alessio per la tua disponibilità e auguri di compleanno per domenica, quando spegnerai 33 candeline (beato te...) !

2 commenti:

Luca ha detto...

ma sto tizio ha spazio da per tutto bah!

Simone ha detto...

Auguri per il tuo compleanno