lunedì, maggio 04, 2009

Fuorionda e intervista a Guido del Turco, Tg 5
"LA POLITICA NEL SANGUE":
DA CAMERAMEN A GIORNALISTA

video

Se dovessi fare la classifica dei giornalisti più seri, con riferimento ovviamente anche ai fuorionda, sicuramente lui sarebbe ai primissimi posti. Guido Del Turco del Tg 5 (anche prima della diretta) è sempre estremamente composto, misurato e concentrato sul lavoro, mai distratto.E la mia clip di fuorionda che gli dedico (la vedete qui sopra) ne è la riprova.
Questo in fondo mi permette di dimostrare ciò che sostengo da sempre sull'argomento. I fuorionda sono importanti e vanno "sdoganati" perchè ci fanno capire molte cose sul mondo dell'informazione e sui loro operatori. Spesso ci permettono di capire come nasce (o meno una notizia) e chi sono veramente i giornalisti. Il volto di Guido in questo mese di tempo che ormai è passato dal terremoto in Abruzzo, è diventato ancora più conosciuto. Il 6 aprile scorso è stato infatti lui a fare il primo collegamento dell'edizione strordinaria del Tg5 delle 10 di mattina. Sue anche tantissime dirette nei primissimi giorni del dopo sisma. Ecco l'intervista a Guido.

1)Dalla redazione cronaca sei passato fresco fresco proprio oggi alla” politica”. Questo passaggio ti spaventa e comunque come pensi di affrontarlo?

Non mi spaventa affatto. Ho la politica nel sangue. (il riferimento è al fatto che Guido è figlio di Ottaviano,noto uomo politico già sindacalista, ministro ndr) La prima cosa che faccio al mattino e' ascoltare la rassegna stampa di Bordin su Radio Radicale. Poi leggo tutti i pezzi di politica. Solo alla fine la cronaca. No, non mi spaventa, e' la mia passione da sempre.



2) Sei uno di quei rari giornalisti che può vantare anche un’esperienza da cameramen, che rapporto hai oggi con i colleghi che sono dietro la telecamera?

Meraviglioso. Mi considerano uno di loro. Non ci sono gli steccati che spesso separano giornalisti e Cameramen.

3)Come sai il mio blog è interamente dedicato ai fuorionda. Che pensi dei fuorionda in genere e di questo blog?

Divertenti. Anche se poi chi e' ripreso fuori onda rischia grosso se dalla bocca escono frasi dette in un momento di deconcentrazione.
4)La tua tesi di Laurea è stata su un grande Presidente della Repubblica Sandro Pertini,quale può essere oggi l’attualità del suo messaggio politico di allora?
In un momento di crisi economica come questo, e visto il terremoto a L'Aquila, Pertini avrebbe ricordato a tutti la centralità del lavoro e avrebbe scaldato il cuore degli abruzzei stando sempre con loro.Credo che in qualche maniera, con le dovute differenze, Berlusconi si comporti in Abruzzo, seguendo lo stile Pertini.
5) Quali sono stati i tuoi maestri o comunque gli esempi dei giornalisti da seguire ?

I Maestri tanti, troppi. Claudio Minoliti, caporedattore a Milano di Studio Aperto. Cito solo lui. Gli esclusi non si offenderanno perchè Claudio e' stato per me un fratello maggiore. E lo e' ancora oggi.

6) Che consigli puoi dare ad un giovane oggi attratto dalla professione giornalista?
Un consiglio banale: leggere, leggere, leggere.

Grazie a Guido per la sua disponibilità.
,

2 commenti:

ozlandia ha detto...

Allora vediamo se sei un blog con i suddetti o non vali una cicca(come penso io!!)..
Se siete persone serie dovete pubblicare queste verità!!!
Perchè avete seccato e non ci casca più nessuno.. cari figli di papà.
Sai di chi è figlio Guido del Turco??????,
Ad Ottaviano.. voi direte e quindi??..
Il politico.. si.. quello di "sanitopoli" accusato di corruzione..già rinviato a giudizio..
ovviamente mediaset non poteva fare a meno di accettare questi calci nel sedere.. è ovvio che paparino ha dato una mano...
Ma per non essere cattivi vediamo un pò come lavora il signorino..
beh!!.. prima di tutto vi invito a vedere che genere di servizi pieni di omissioni e di parte fa il nostro caro giornalista..
questo è il link del suo servizio:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/15/il-tg5-soccorre-berlusconi-contro-di-lui-imponente-costruzione-giudiziaria/92201/

è inutile dire che come diceva Montanelli la terzietà è al primo posto per un giornalista..
ed a me.. non sembra proprio.

Se non lo pubblicate, anche voi verrete bollati dalla comunità come faziosi e di parte.. quindi mercenari del sistema che ormai tutti conoscono!!

aNdReAsEperSo ha detto...

un giornalista e un uomo vergognoso