martedì, maggio 26, 2009

E' bufera anche sulla RAI
VIDEOLINA:"IL SIMBOLO ?
LOCATION NATURALE "
a parlare è direttore della tv sarda

«Noi siamo entrati dopo la Cnn e abbiamo trovato una location "naturale" con il simbolo della Pdl incollato su una colonna trasparente posta accanto al presidente».
Questo il racconto del direttore di Videolina, Bepi Anziani (dal Corriere della Sera on line). Il caso, dopo la segnalazione di questo Blog, sta scoppiando.

video

La Rai per bocca dei direttori dei due Tg scarica tutto su Videolina e la tv sarda attraverso il suo direttore, dice di aver trovato già sul posto " la location naturale".
Dunque rimangono solo due "colpevoli " nell'allestimento del set per lo spot: la CNN e l'intervistato. Se ovviamente andiamo ad escludere la tv americana ad organizzare la scenografia rimane dunque lo staff del Premier. Presidente del Consiglio che fa dunque l'intervista per Videolina, mette il simbolone elettorale e poi guardacaso la Rai (tv pubblica) riceve da Videolina (bella concorrenza no ?) quel video e lo manda come anticipazione nei suoi tg di punta. Ma scusate che bisogno avevano Tg 1 e Tg 3 di prendere proprio le immagini di Videolina se c'erano già quelle della CNN ?
Se si è voluto mandare per forza le immagini di Videolina alla Rai perchè c'erano le immagini spot basta dirlo, senza ipocrisie.
Cari direttori di Tg 1 e Tg 3 la vostra posizione è indifendibile: nel metodo e nel merito.
E ora, da qui alle elezioni, manderete in onda nei Tg ancora analoghe immagini e interviste purchè realizzate da tv locali ?
Con tutte le sedi regionali che avete vi rivolgerete ancora alle tv locali commerciali per prendere le loro interviste-spot a Berlusconi ?
Qualcuno obietta ma non si può parlare di elezioni nel tg ?
Per le elezioni esistono gli appositi spazi elettorali, al di fuori dei tg. Dibattiti con moderatore dove partecipano tutte le forze politiche (a turno).
Dai Tg coloro che sono candidati dovrebbero stare al di fuori, senza interviste, immagini e affissione di simboli elettorali.Certo ma Berlusconi (ma vale per chiunque anche Di Pietro) è anche una carica istituzionale.Ma scusate è possibile distinguere la figura di presidente del Consiglio da quella di candidato leader-candidato ?
Certo che è possibile.Basta volerlo fare.
Se poi Tg e giornalisti non lo vogliono fare e sovrappongono arbitrariamente ruoli favorendo questo o quello. Ok , buonanotte e arrivederci ! Con tanti saluti alla completezza dell'informazione, all'imparzialità e al servizio pubblico.
fonte notizie Corriere della Sera on line

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Una considerazione: la scenografia è la stessa e, presumendo che la CNN abbia intervistato il Cav a Palazzo Chigi (o giù di lì), presumo che videolina abbia usato la medesima location. Ritengo alquanto improbabile che il Cav. giri con una location "portatile".
Il punto è: siamo sicuri che il tutto non sia stato organizzato dalla RAI che ha usato intenzionalmente il materiale di VL (mai utilizzato precedentemente se non per avvenimenti di news locali) infilandoci il logo e poi scaricando la colpa su VL? Tanto il materiale era suo. Per esperienza so per certo che in RAI non passa un fotogramma senza che esso sia vagliato da almeno un direttore dei programmi.
O no?

Anonimo ha detto...

adesso mi devi trovare dove sta scritto nella legislazione sulla par condicio che non si possono riprendere loghi di partito in campagna elettorale. Forza, dimmelo!!! Abbi il coraggio di dire che non trovi nulla. O avrebbero dovuto multare tutti... visto che lo fanno proprio tutti...da di pietro a casini e tutti i soci!

shampo ha detto...

GRAZIE DI ESISTERE...W I BLOGGERS

Anonimo ha detto...

bella Andrea!!

Andrea Atzori ha detto...

All'anonimo che mi chiede dove sta scritto...
----------------------------------
Art. 5- legge n. 28 del 2000

(Programmi d'informazione nei mezzi radiotelevisivi)
1. La Commissione e l'Autorità, previa consultazione tra loro e ciascuna nell'ambito della propria competenza, definiscono, non oltre il quinto giorno successivo all'indizione dei comizi elettorali, i criteri specifici ai quali, fino alla chiusura delle operazioni di voto, debbono conformarsi la concessionaria pubblica e le emittenti radiotelevisive private nei programmi di informazione, al fine di garantire la parità di trattamento, l'obiettività, la completezza e l'imparzialità dell'informazione.
2. Dalla data di convocazione dei comizi elettorali e fino alla chiusura delle operazioni di voto in qualunque trasmissione radiotelevisiva è vietato fornire, anche in forma indiretta, indicazioni di voto o manifestare le proprie preferenze di voto.
---------------------------------
Multare tutti.
Nessun problema.
Guarda che io, al contrario di te, non ho parrocchie da difendere.
A proposito tu quando imparerai a uscire allo scoperto dall'anonimato di stampo mafioso ?

shampo ha detto...

ANDREA...io non gli avrei neppure risposto...ma la correttezza a volte è piu forte dell'ignoranza umana...io do una mia piccola considerazione:
il tg 1 ha annunciato le immagini dicendo che si trattava dell'intervista della CNN...e non altro...si vede che Anonimo in quel momento stava guardando la pubblicità su Rete 4!!

Grazie...

Anonimo ha detto...

scusate se la mia osservazione è un po' frivolina (ma considerando che il Kavaliere mescola politica e frivolezze, forse anche il mio intervento è serio).

La giornalista seduta di fronte a Berlusconi indossa le autoreggenti?

Qui si vede poco, ma sul filmato disponibile su repubblica.it parebbe di sì (circa ai secondi 23 e 24 a partire dall'inizio)