mercoledì, giugno 17, 2009

Nuovi accertamenti per il caso Zappadu
NESSUN RINVIO A GIUDIZIO
il Gip di Tempio decide
per un supplemento d'indagine



Il Gip di Tempio Vincenzo Cristiano non ha rinviato a giudizio il fotoreporter sardo Antonello Zappadu.Lo ha reso noto a Fuorionda News il fratello di Antonello, Tore.

Deciso invece un supplemento d'indagine che dovrà stabilire il punto da cui sono state scattate le famose foto verso Villa Certosa, residenza del Premier Berlusconi. L'ordinanza non parla di "teleobiettivo invasivo o violazione della privacy". L'indagine che si riapre dunque dovrà accertare dunque se c'è stata o meno la violazione di domicilio.
I fatti si riferiscono alla prima denuncia Berluscon-Ghedini del 2007, relativi al servizio fotografico pubblicato dal settimanale "Oggi".Il pm Ezio Castaldi aveva chiesto l'archiviazione per Zappadu, ora invece la decisione di prolungare le indagini.La notifica dell'ordinanza è di oggi.

4 commenti:

DerAdler82 ha detto...

Non trovo riscontro di una pertinente notizia di ieri, doverosa per completezza d'informazione, ovvero della richiesta d'archiviazione nei confronti di Silvio Berlusconi per l'altra "indagine" scaturita sempre dalle foto del tuo compaesano Zappadu.
Foto su cui si era aperta un'altra campagna moralista, con relativo "atto dovuto" della magistratura, nel bel mezzo della campagna elettorale, che si è conclusa con il solito "pugno di mosche".

Indipendentemente dal proprio parere a tal proposito, ritengo che (visti gli ampi spazi da te dedicati alla soap-opera che ha interessato il "Sebastiao Salgado" Sardo), sempre per rispetto delle decisioni della magistratura (che spesso si invoca a vanvera), e per completezza d'informazione (appunto) tale decisione andasse riportata - alla pari del non rinvio a giudizio per il fotografo.

Di questa decisione della Magistratura, tuttavia, non c'è alcuna traccia. Dimenticanza?

Andrea Atzori ha detto...

Caro DearAdler,
credo che il Premier Silvio Berlusconi disponga (da tempo) di spazi più che sufficienti per far conoscere ciò che ritiene opportuno.
Gran parte dei mezzi d'informazione, televisivi e cartacei, come forse sai, sono abbondantemente sotto il suo efficace controllo, diretto o indiretto.
Potrei farti l'elenco, ma sarebbe alquanto lungo e noioso.
In quella sede potresti trovare ampiamente tutte le notizie
che hanno ricevuto il via libera dal governo in carica.L'informazione di Regime è alquanto forte e non ha certo bisogno del mio Blog.
Il mio Blog, ma nel mio piccolo tutta la mia attività giornalistica (ne trovi eco anche on line) è stata quella di aperta critica sempre e comunque nei confronti del potere dominante.
Sia con i governi di destra che con quelli di sinistra sono convinto che il vero ruolo della stampa libera sia quello di "cane da guardia".Questo per definizione è il ruolo della stampa in una democrazia.
I media o sono capaci di svolgere un ruolo libero, slegati dal potere o non sono nulla.
Anche il recente caso Santoro ( se hai letto da queste colonne), che in questi giorni ho criticato da questo Blog ( e siamo stati davvero in pochi a farlo) ti dimostra che si può essere liberi senza servire nessuno schieramento politico-giornalistico per partito preso.
Tornando ai problemi del Premier che vedo ti preoccupano molto,
se vuoi fare un confronto aperto sull'azione politica portata avanti da questo governo, nessun problema, facciamolo.
Se vuoi parlare dei procedimenti pendenti, sospesi, prescritti o risolti dal Premier, facciamolo.
Lungi da me fare campagne moralista.Il premier, che ricopre un ufficio pubblico, credo debba rendere conto agli italiani anche della sua vita privata.Soprattutto dal momento che ne ha sempre fatto (lui) un vanto.La famiglia, fin dal 1994 è stata la base della sua propaganda politica elettorale.
E ora è sotto gli occhi di tutto il mondo (in Italia no) il tipo di vita che conduce il Presidente del Consiglio. Quanto al " solito pugno di mosche" giudiziario
ti inviterei ad essere più cauto.E ti ricordo che per il Processo che ha visto la Condanna del'Avv.Mills il Premier non è stato processato solo grazie ad un apposito provvedimento di legge da lui stesso voluto.
Lo scopo dei Blog è anche questo : favorire il confronto democratico tra diverse opinioni.
Giusto no ?

DerAdler82 ha detto...

Andrea,
è evidente la nostra grave divergenza su queste tematiche, su cui, probabilmente, è sconsigliabile insistere nel voler cercare un dibattito.

Di certo non sono io a doverti spiegare cos'è l'equilibrio d'informazione: lo conosci professionalmente MOLTO meglio di me. Inutile aggiungere altro.

Firmi il blog come Giornalista, non blogger improvvisato.
A prescindere dagli spazi di Berlusconi sui media, aggiornare (casomai con le tue riflessioni), gli sviluppi di una vicenda giudiziaria (non calcistica) da te quì ampiamente discussa, ribadisco, sarebbe stato opportuno.

Ma, mi ripeto, non ti devo insegnare niente e sul tuo blog decidi tu cosa mettere e non mettere.

Ad ogni modo, le argomentazioni portate a supporto della tua posizione (o meglio omissione), direi che confermano quanto ho espresso nel mio post di ieri.
E' evidente che sotto i tuoi decisi e schierati interventi, c'è un forte risentimento, che va ben oltre alla semplice attualità.


Un'ultima precisazione: non è mia intenzione vestire i panni del difensore di Berlusconi, vuoi perché di avvocati ne ha già e di eccellenti, vuoi perché non mi interessa proprio farlo.

Auspico che appena questa isteria da campagna elettorale sarà smaltita, piano piano, si ritorni a parlare di più di fuorionda e meno (molto meno) di politica e "chiacchiere" affini.


Senza rancore, un abbraccio.

Andrea Atzori ha detto...

Non è mai sconsigliabile insistere in un dibattito.
Tra l'altro vedo che continui a scrivere altri post che volentieri e nuovamente ripubblico.
Risulta invero alquanto difficile
discutere " a prescindere dagli spazi di Berlusconi sui media".
E a stare dietro le vicende giudiziarie del Premier, è già un impegno gravoso per un organo d'informazione, ma è assolutamente impensabile per un Blog.
Non puoi pretendere che una cinquecento debba viaggiare a 200 all'ora solo perchè è una macchina come la Ferrari !
Risentimento ?
No, si tratta di una forte preoccupazione per il livello estremamente basso della nostra classe politica (opposizione compresa) e per il restringimento oggettivo degli spazi di libera circolazione di notizie ed opinioni.