venerdì, giugno 12, 2009

Non va in onda l'intervista al reporter sardo
SANTORO CENSURA ZAPPADU
saltano 7 minuti montati da Formigli
per l'ultima puntata di Anno Zero


(Notizia esclusiva di Fuorionda News e Domenico Malara Blog)


Michele Santoro censura Antonello Zappadu.
Nell’ultima trasmissione di Rai 2 "Annozero", andata in onda ieri sera, pur essendo stata fissata nella scaletta del programma, è finita incredibilmente nel “cestino” dei rifiuti un' intervista esclusiva, l’unica concessa alle televisioni, all'ormai noto fotoreporter sardo Antonello Zappadu (vedi intervista e speciali su questo Blog). Le sulle foto "scandalo" (vietate in Italia) sulle feste del Premier in Costa Smeralda, come tutti sanno, stanno facendo il giro del mondo.


"L’intervista, richiesta in maniera pressante e con la garanzia dell’esclusiva- ha spiegato a questo Blog in esclusiva, il fratello di Antonello, Tore (che per lui cura i rapporti con i media), - era stata registrata, in oltre un' ora di domande/risposte, ad Olbia lunedì primo giugno e, per questioni di par condicio (era in corso la campagna elettorale per le europee), veniva predisposta la sua messa in onda solo per la puntata successiva, l’ultimo numero di Annozero, quello appunto di ieri, 11 giugno. " Ma ieri quell'intervista non è andata in onda.

Il giornalista che per il programma di Santoro aveva realizzato l'intervista in Sardegna, Corrado Formigli, nel frattempo aveva regolarmente montato il servizio di 7.30 minuti, programmati e scalettati per la messa in onda di ieri sera. Ma alla fine tutto è saltato e quell'intervista nessuno l'ha potuta vedere e difficilmente andrà mai in onda. E' svanità così nel nulla per il pubblico televisivo italiano, l'unica possibilità di conoscere la storia dei contestatissimi scatti di Villa Certosa, direttamente dalla viva voce del fotoreporter che li ha realizzati. Infatti anche propriò perchè diventato bersaglio di diverse azioni giudiziarie Zappadu aveva deciso di non dare altre interviste in tv se non proprio solo ed esclusivamente alla trasmissione di Santoro.
Per chi l'avesse persa rimando così alla mia intervista realizzata con Zappadu
http://andreaatzori.blogspot.com/2009/06/esclusivaintervista-al-reporter-sardo.html
La discutibile decisione di Michele Santoro, fino ad oggi noto come paladino della libertà d'informazione, appare formalmente giustificata come "dimenticanza, per via dei tempi della diretta."
Nei fatti è una nuova censura nei confronti di un fotoreporter, le cui foto scattate all'indirizzo di Villa Certosa di Berlusconi, sono state sequestrate dalla Procura di Roma e la cui pubblicazione, in seguito ad una denuncia presentata da Niccolò Ghedini per conto del Presidente del Consiglio, è stata vietata in Italia.
(Notizia Esclusiva di:
- Fuorionda News il Blog di Andrea Atzori ;
- Domenico Malara Blog http://malarablog.wordpress.com/)

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ha fatto bene Santoro, già una volta Berlusconi è riuscito a mandarlo via (editto Bulgaro). Non dimenticare che certi dirigenti Rai aspettano l'occasione giusta per chiudere il programma, ma ci vuole una scusa per farlo, per esempio quella di aver invaso la privacy del Priemer.

Andrea Atzori ha detto...

Dunque, fammi capire.
Santoro secondo te avrebbe fatto bene a censurare l'intervista a Zappadu perchè se no avrebbe rischiato di chiudere la trasmissione ?
E, sempre secondo te (anonimo)se avesse mandato in onda l'intervista a Zapadu avrebbe invaso la privacy del premier.
Prima cosa se fosse vero quello che tu dici perchè Santoro avrebbe fatto fare un'ora d'intervista ad un suo giornalista di punta Corrado Formigli se poi aveva già deciso di non mandarla in onda?
Mandando in onda un'intervista ad una persona come si può invadere la privacy di un'altra ?
Mi spiace, ma la tua difesa d'ufficio per la scelta di Santoro di nonmandare in onda l'intervista a Zappadu è davvero del tutto inconsistente.

Marco ha detto...

sono anche io dell'idea che se Santoro avesse pubblicato quel servizio, sarebbe scattato un secondo editto bulgaro e non solo, in una puntata in cui Ghedini e Castelli sono stati messi alle strette, avrebbe fornito all'avvocato di berlusconi una valida carta da giocare per rilanciarsi, con la scusa della violazione della Privacy, gettando fango su una delle poche trasmissioni rimaste. Con questo non dico che non sia giusto, quel servizio avrebbe (Forse) svegliato molta gente o quanto meno reso giustizia ad un uomo come Zappadu, ma resta il fatto che Santoro ha appreso dall'ultima volta, e sa muoversi ora come ora diplomaticamente in questo senso (guardate come ad esempio si pone sempre in fase neutrale alzando le mani e cercando di dissociarsi).

Andrea Atzori ha detto...

Non condivido minimamente la giustificazione.
Oltretutto nessuno dei difensori di questo comportamento spiega perchè prima ha fatto realizzare l'intervista, l'ha fatta montare e poi non l'ha mandata in onda.
E' stata anche una presa in giro per uno dei più bravi giornalisti: Corrado Formigli che ha realizzato un'intervista esclusiva, che nessuno vedrà mai.