venerdì, maggio 23, 2008

DONNE AL TRUCCO:
LILLI GRUBER E RAFFAELLA DAINO

video

video

Due grandissime giornaliste alle prese con il trucco prima di andare in diretta.Il primo è un mio feed storico, siamo nel 2003 in Iraq a Bagdad, verso la fine di marzo, in pieno conflitto.Protagonista è l'inviata di guerra, anche eccellente conduttrice del Tg1, che certo non ha bisogno della mia presentazione: Lilli Gruber.On line trovate nutrite e corpose biografie della conosciutissima e bravissima giornalista, che è anche parlamentare europeo.Il suo sito ufficiale è http://www.lilligruber.net/ Questo feed (ovviamente una mia registrazione della quale sono orgoglioso) ormai è da considerare un vero pezzo di storia della televisione italiana.Ne ho altri (ore ed ore di registrazioni) sempre da Bagdad della grande Gruber, ma anche delle altre inviate Rai come Giovanna Botteri. E penso che presto dovrò spolverare anche quelle videocassette.

Il secondo feed, molto più recente (appena qualche mese fa), scova un'altra telegiornalista alle prese con il trucco, prima di andare in onda. Questa volta si tratta di Raffaella Daino di Sky Tg24.Meno conosciuta della prima, grande appassionata di musica.Nata a Palermo l'11/11/1970. Giornalista professionista dal luglio 2002. Laureata in Scienze Politiche. Ha iniziato a lavorare a Palermo nel lontano 1990 collaborando con testate giornalistiche locali, tra cui Tele Giornale di Sicilia. Dal 97 al 98 si è trasferita a Milano per condurre PREMIUM anteprima cinematografica in onda in chiaro su TELE+. Vive a Roma dal '99, da quando cioè lavora per il canale all news di TELE+ digitale, INN, dove conduce il tg e si occupa di servizi di cronaca varia e speciali di approfondimento, in studio e in esterna, tra cui un ciclo di reportages realizzato in America dopo l'11 settembre. Dal 18 agosto 2003 lavora per SKY TG 24, conduzione tg + redazione. Raffaella Daino è anche un'appassionata musicista, canta e suona nelle band Pivirama e Domino Harvey.

6 commenti:

Tommaso ha detto...

GRAZIE per il video di Lilli Gruber! sarebbe fantastico se potessi metterne degli altri, anche della Botteri! rivivere quei fuorionda è qualcosa che non ha prezzo, soprattutto perchè tornano alla mente quelle immagini e quei collegamenti che poi sono rimasti impressi nella memoria collettiva. Io ad esempio non dimenticherò mai quel collegamento della Botteri sotto il fuoco di Bagdad mentre per prima diede la notizia dell'inizio dei bombardamenti.

complimenti per il blog e per il tuo lavoro, ho scoperto il tuo blog da circa una settimana ma sono già andato a rivedermi gran parte dell'archivio, non pensavo esistesse un nome per questa bellissima passione cioè "il ricercatore di feed"! d'ora in poi ti seguirò sempre, con piacere e curiosità!

cari saluti
Tommaso

Anonimo ha detto...

oh nice

Andrea Atzori ha detto...

Grazie a te Tommaso.
Mi raccomando fai pubblicità a questo blog!!!..e linkalo dappertutto.
Sono d'accordo con te, rivivere emozioni, anche se drammatiche, non ha prezzo.
Si, oltre a fuori onda della Botteri e della Gruber, ne ho diversi, ne conservo pure di giornalisti stranieri: Telecinco,Cbs e tv arabe.

Anonimo ha detto...

Grazie Andrea di cuore.Ho scoperto per caso queste pagine web e devo dire che
il tuo blog è fantastico.
Meriti un premio.
Marino.

Anonimo ha detto...

FIGHISSIMIIIIIIIIII

Anonimo ha detto...

LiLLIIIIIIIIIIIIIIIIIIII