lunedì, aprile 23, 2007

NAPOLITANO A ORISTANO: FENOSU ALLA RIBALTA!



Prima visita del Capo dello Stato in Sardegna e luci della ribalta sull'aereoporto di Fenosu.Questa mattina il Falcon presidenziale (che vedete nella foto) è atterrato ad Oristano per provare la pista oristanese, prima di portare Giorgio Napolitano nell'isola che lunedì prossimo parteciparà alle celebrazioni per Antonio Gramsci, a 70 anni dalla sua scomparsa.
Per chi non lo sapesse Fenosu è una delle gigantesce incompiute della Sardegna.
Nel 1992 intervistavo l'allora presidente della Provincia Ezio Collu, che prometteva la funzionalità dello scalo oristanese di lì a poco.Siamo nel 2007 (15 anni dopo) e ancora nulla di è visto.
Ne voli merci, nè voli commerciali.Fino a qualche mese fa il problema erano le pecore che si trovavano in mezzo alla pista (non scherzo!).
Oggi l'atterraggio del Falcon, sul quale sono salito (carino davvero!) ripropone la decisione (eventuale) di farlo funzionare davvero.
Super tv Oristano, la tv digitale terrestre questa mattina c'era. E il mio servizio per il TG (credetemi, anzi guardatelo in rete sul sito di super tv) non aveva nulla di invidiare a quelli (egregi) di RAI 3 e Videolina.
Purtroppo (per loro)le altre emittenti tv o non c'erano o hanno mandato un operatore dopo che l'atterraggio di oggi (oggettivamente storico) era già avvenuto....
Ma una domanda, (en passant) , con gli aeroporti di Cagliari, Alghero, Olbia e Tortolì, l'aeroporto di Oristano ha futuro?

1 commento:

Andrea Atzori ha detto...

Fenosu ha fatto Flop!
Il giorno della visita di Napolitano una pioggia, una banale pioggia ha "costretto" a dirottare l'aereo presidenziale a Decimomannu.
Pubblico integralmente in proposito l'articolo del collega Roberto Petretto "La Nuova Sardegna".

MARTEDÌ, 01 MAGGIO 2007

Pagina 4 - Fatto del giorno

Sfuma il sogno di una ribalta nazionale per lo scalo che non riesce a decollare

Un nuovo grande flop per l’aeroporto di Fenosu

Nubi e pioggia rendono off limits la pista L’areo presidenziale dirottato a Decimomannu



Delusi i cittadini che hanno atteso inutilmente l’arrivo



--------------------------------------------------------------------------------

ORISTANO. La grande occasione perduta: colpa di una perturbazione africana, di quei nuvoloni neri che da domenica sera hanno cominciato a scaricare pioggia sull’oristanese. Nuovo flop per l’aeroporto di Fenosu, quella sorta di calimero degli scali sardi, che con la visita del presidente Napolitano contava di trovare una ribalta nazionale. C’era chi fantasticava già: le immagini del Falcon presidenziale che atterra sulla pista di Fenosu diffuse su tutti i tg nazionali e magari anche in quelli esteri. Sarebbe stato un bello spot pubblicitario a costo zero.
Invece ci si è messa di mezzo la perturbazione, che ha fatto risaltare le lacune con cui deve tutt’ora fare i conti questo piccolo aeroporto. Il comandante del Falcon 900 ieri mattina si è informato sulle condizioni meteo e da Oristano non ha ricevuto buone notizie. Pioggia battente per tutta la notte e grossi nuvoloni.
Fenosu non è un aeroporto dotato di tutte le dotazioni di sicurezza. Per il momento non c’è neppure una vera e propria torre di controllo. Inutile rischiare, quindi. L’aereo del presidente della Repubblica è stato dirottato a Decimomannu, dove l’assistenza al volo è decisamente più completa e non ci si spaventa per un acquazzone.
Brutta botta per i dipendenti della Sogeaor, la società di gestione dell’aeroporto oristanese. Una delusione palpabile tra impiegati e addetti all’assistenza a terra: dopo settimane di sole e clima quasi estivo, pochi giorni di maltempo sono capitati proprio in coincidenza della visita del capo dello Stato. Il direttore dello scalo, Walter Battistoni, sfoggiava una camicia a maniche corte che sembrava quasi voler esorcizzare la coda d’inverno che ha messo fuori gioco il ‘suo’ aeroporto all’appuntamento più importante. Con i giornalisti cercava di minimizzare l’episodio, di far rientrare tutto nell’alveo di una normalità difficile da credere: «Sono cose normali che accadono in tutti gli aeroporti del mondo. Chi viaggia in aereo lo sa che può capitare di essere dirottati su un altro aeroporto a causa del maltempo. Questa volta è capitato al presidente della Repubblica».
Se tutti gli aeroporti si dovessero bloccare in presenza di condizioni metereologiche simili a quelle che ieri c’erano a Oristano, probabilmente il traffico aereo rimarrebbe paralizzato.
Ci sono progetti in corso di realizzazione che, una volta ultimati, consentiranno a Fenosu di evitare, in futuro, inconvenienti come quello di ieri. Si diceva che l’aereo del presidente sarebbe arrivato comunque a Fenosu per riprendere poi l’illustre passeggero alla ripartenza per Roma. Ma le nuvole sul Monte Arci, che si trova proprio sulla linea di avvicinamento alla pista, evidentemente hanno consigliato di lasciar perdere. Sarà per un’altra volta.
Deluso il personale dell’aeroporto, ma delusi anche i tanti cittadini che, sin dal mattino, si erano sistemati ai margini della zona aeroportuale per assistere all’arrivo di Giorgio Napolitano. Hanno atteso per ore senza che nessuno gli dicesse che l’appuntamento era saltato. Decisamente una giornata grigia per Fenosu.