mercoledì, settembre 13, 2006

Rai : "Anno zero" per Santoro e... Mimun !



Da oggi Gianni Riotta è il nuovo direttore del TG1, al posto di Clemente Mimum che..rimane a disposizione.Michele Santoro torna domani in video.Grandi movimenti dunque nella nostra tv di stato.Sarà una coincidenza, ma a 4 anni dal clamoroso 'editto bulgaro' di Berlusconi, che ne aveva deciso la cacciata, la causa di lavoro vinta contro la Rai, il rientro di Michele Santoro, viene a coincidere proprio con l'uscita di scena di Clemente Mimun.
ANNO ZERO, questo il nome del programma (domani ore 21, Rai 2), e' ideato e condotto da Michele Santoro, con la collaborazione di Sandro Ruotolo. Con lui una redazione folta e competente: Paolo Mondani, Laura Mambelli, Natascha Lusenti e Luca Bertazzoni, la giovane Beatrice Borromeo.Nota speciale la merita la partecipazione di Marco Travaglio, anche lui infatti era risultato sgradito all'ex presidente del consiglio e per questo era stato bandito"dalla Rai. Ruolo importante, le interviste, per Rula Jebreal (ben nota al pubblico di La 7). Il titolo, che pure richiama il Rossellini post guerra di 'Germania Anno Zero' fa riferimento anche all'esigenza' di un nuovo inizio televisivo. L'editing del programma e' coordinato da Alessandro Renna. Undici le puntate previste, con la regia di Grazia Michelacci. La direzione della fotografia e' di Gianni Caporali. L'allestimento della scenografia e' di Agostino Agostinelli. Le musiche sono di un grande musicista: Nicola Piovani.
Dopo l'era Mimun a Gianni Riotta il compito di realizzare un telegiornale equilibrato (possibilmente non più con i soliti inguardabili "pastoni" politici", please !). Michele Santoro, dopo l'esperienza politica al Parlamento Euoropeo, torna ora al suo vero mestiere di giornalista. Ad entrambi vanno, e ne hanno sicuramente bisogno, tanti auguroni di buon lavoro!

7 commenti:

Antonino Monteleone ha detto...

Io ho letto un articolo di Gianni Riotta in cui citava Beppe Grillo ed alcune affermazioni rasentavano l'ottusagine criminale!

Date un'occhiata!

http://www.beppegrillo.it/2006/08/giornalisti_ogm.html

Non sono uno di quelli che legge Grillo d'accordo su tutto, però posso dire che c'ha visto lungo...!

E a me sta già sui maroni...!

Andrea Atzori ha detto...

Grazie Antonino per la tua preziosa segnalazione.
Effettivamene è anche recente lo scontro
Riotta-Grillo.
Anche a me qualche presa di posizione di Riotta a volte non è piaciuta, ad esempio sulla guerra.E' ovvio che tutti noi abbiamo difetti o possiamo sbagliare.Ora dunque dovremo giudicarlo per quello che farà.Per come organizzerà il TG1.
Staremo a vedere.Monitoreremo il TG1 e segnaleremo anche qui quel che ci piacerà o meno.Quel che è certo è che fino ad oggi il TG1 di Mimun era schiacciato sulla Cdl.

Antonino Monteleone ha detto...

Ti lamenterai quando sarà schiacciato su l'unione?

Il TG1 è governativo, sarà sempre così.

Il problema si pone quando un direttore deve far aderire un tg ad una concentrazione di interessi così variegata come quella del centro-sinistra attuale, dunque potrebbe avere le fattezze di un tg neutrale, mentre - secondo me - si tratterà di accontenare ogni giorno una forza politica differente. Sarà bello studiarne l'algoritimo.

Tutto matematico, come la spartizione delle poltroncine RAI!

Però quando sei in quota DS è veramente difficile essere mandati via.

Andrea Atzori ha detto...

Forse ti stupirò ma io mi lamento già adesso.Oltre a Riotta alla direzione del TG1 (che malgrado le critiche è uno serio) il cda rai ha infatti fatto altre nomine sulla base di un accordo a 5 ds-margherita Fi-an-udc.Tutti gli altri partiti (lega e altri dell'Unione) sono stati tagliati fuori e sono scontenti, ma scontento è pure Berlusconi con Urbani che ha votato Riotta.
Oltre a Riotta ieri hanno nominato il berlusconiano Gianfranco Comanducci, che lascia "Risorse Uname" (il controllo del personale) per prendere la direzione di Servizi e Acquisti (la gestione del patrimonio immobiliare e delle sedi, ma anche della mensa e delle pulizie). Con lui due vice direttori: Francesco Forleo (Margherita) e Marco Brancadoro (Udc).
Ma ora parte la corsa per le reti e gli altri tg.Non prima di gennaio le nuove nomine pare.
La direzione di RaiDue attualmente affidata ad Antonio Marano (leghista), ma che prossimamente sarà ceduta a un esponente di Forza Italia (o di An se agli azzurri dovesse toccare il Tg2).
Infatti i nomi per il tg2 sono quelli di Maurizio Belpietro o Fabrizio del Noce.
Insomma effettivamente caro Antonino, già oggi non c'è molto da gioire.
Quanto poi al fatto che il tg1 deve essere governativo per forza governativo e chi l'ha detto?
Sai bene che volendo si può essere equilibrati nel fare informazione..Basta volerlo!

Antonino Monteleone ha detto...

Appunto! Volere!

Non lo vuole nessuno. Punto.

Lou Mogghe ha detto...

Ciao Andrea,
recentemente non ho condiviso molto alcune prese di posizione di Riotta, ciò nonostante spero riesca a rendere il tg1 quanto più moderato possibile. Inoltre auspico, come te, che finisca questo continuo propinarci “panini” o “polpettoni” politici che tutto fanno tranne che chiarezza.
Ti ringrazio per l’augurio che ricambio…
Lou Mogghe

Andrea Atzori ha detto...

Ciao Lou Mogghe!Che nome ti sei scelto!?Grazie per aver lasciato il tuo commento.
Vedo che i "panini" non sono indigesti solo a me...