domenica, ottobre 26, 2008

CAPOTERRA, 4 MORTI PER LA PIOGGIA ?



Ci sono ancora troppe persone che non credono sia in atto un cambiamento climatico e soprattutto che questo non abbia alcuna relazione con la gestione umana del territorio.Politici (dal più alto livello al più basso), giornalisti e gente comune che ancora oggi parlano di fatalità e catastrofi inevitabili.
Altri, quelli che credono di essere più lungimiranti al massimo si spingono a dire, a catatrofe avvenuta, che la colpa è del'ente pubblico che rilascia le autorizzazioni pur conoscendo i rischi esistenti.
Ma scusate e anche chi chiede una concessione edilizia e sa che quel territorio è a rischio non sta commettendo un grave errore di valutazione? I quattro morti di Capoterra sono lì a rappresentare l'ennesimo monito a chi ci governa, ma anche a tutti noi comuni cittadini.Troppo spesso sento politicanti e gente comune inveire (per biechi interessi speculativi e di bottega) contro i vincoli al territorio, magari proprio contro il vincolo idrogeologico.Quante volte ho sentito discorsi come:" basta con i vincoli", "ambientalisti integralisti", "il territorio è nostro"...e baggianate simili.E pochi troppo pochi invece sono quelli si chiedono il perchè le cose realmente avvengano nel 2008 in questo nostro paese.

1 commento:

Andrea Atzori ha detto...

Intanto purtroppo i morti sono diventati 5.