martedì, gennaio 29, 2008

DUE PARLAMENTARI PROPONGONO
LO SCIOGLIMENTO DEL SOLO SENATO


Due parlamentari, uno del Partito Democratico e uno di Italia dei Valori si sono espressi per lo scioglimento del solo Senato.
Il deputato del Partito Democratico Gerardo Bianco ha scritto al presidente della Camera per chiedergli di far presente al Capo dello Stato che la Costituzione, di fronte a situazioni come quella attuale, prevede la possibilità di sciogliere un solo ramo del Parlamento.
"Sullo scioglimento delle Camere - dice Bianco a Radio Radicale - i presidenti di Camera e Senato, in base all'articolo 88 della Costituzione, devono esprimere un parere. Io ho scritto al presidente della Camera, l'onorevole Bertinotti, chiedendo una riunione dell'assemblea di Montecitorio per ribadire un principio che mi sembra fondamentale, cioè che lo scioglimento del Parlamento può avvenire quando si rende impossibile la formazione di un governo. Però nel momento in cui non è tutto il Parlamento ma una sola camera a rendere impossibile la formazione del governo e a creare una crisi di ingovernabilità, la Costituzione con molta prudenza prevede lo scioglimento di una sola camera e in questo caso del Senato".
"Io ho richiamato l'attenzione del presidente Bertinotti su questo punto - prosegue Bianco - cioè l'invito a dire al Presidente della Repubblica, che poi nella sua saggezza saprà decidere con opportunità, che la Camera non va sciolta perchè ha espresso appena una settimana fa la sua fiducia al governo, una fiducia che dimostra come la governabilità da parte della Camera dei deputati è assicurata. Non si capisce perchè debba essere sciolto il Parlamento nella sua interezza quando la Costituzione prevede che si possa sciogliere anche un ramo soltanto. Una attenta lettura della Costituzione e una fedeltà allo spirito e alla lettera della Costituzione possono indurre il Presidente della Repubblica, ove non trovi altre soluzioni più ragionevoli come quella di un governo istituzionale, a sciogliere una sola camera, cioè il Senato. Non si giustificherebbe dalmio punto di vista lo scioglimento della Camera dei deputati".
“La segnalazione di Gerardo Bianco che ipotizza il solo scioglimento del Senato, non è peregrina ma nasce da una attenta valutazione dell’art. 88 della Carta Costituzionale” dichiara l’on. Egidio Pedrini, deputato di Italia dei Valori, segretario della commissione comunicazioni della Camera che aggiunge “certamente si creerebbe una situazione innovativa per l’Italia, dove a regime la verifica di mezza legislatura verrebbe effettuata su una sola delle Camere. Proprio per questo – prosegue Pedrini - il meccanismo porterebbe implicitamente alla verifica della coesione della maggioranza parlamentare e avrebbe come conseguenza quella spingere le parti a formulare programmi realizzabili nel medio e breve periodo con risultati misurabili per ricercare, con il supporto dell’elettorato, la maggioranza in tutti e due i rami del parlamento al fine di dare stabilità di governo al Paese. In questo momento comunque – prosegue Pedrini - sciogliere le camere in piena recessione sarebbe un danno al Paese, alle aziende, bloccherebbe i cantieri per le opere e la competitività, creando stato di grande difficoltà, se non addirittura di rischio di insolvenza per molte piccole aziende. Rispetto a posizioni di parte – conclude - ora deve prevalere l’interesse per lo Stato e la stabilità del Paese.
Ma chi sono i due parlamentari che prospettano lo scioglimento del solo Senato?
Gerardo Bianco
Docente universitario, è stato deputato in 8 diverse legislature (V, VI, VII, VIII, IX, X, XI, XIV) dal 1968 al 2006. È stato inoltre ministro della Pubblica istruzione, di cui occupò il ministero nel governo Andreotti VI. Nel 1994 venne eletto deputato europeo a Strasburgo del Partito Popolare Italiano.
Egidio Petrini
Laurea in giurisprudenza; giornalista professionista, dirigente d'azienda.
Già questo mio Blog, in un post di qualche giorno fa
http://andreaatzori.blogspot.com/2008/01/sciogliere-solo-il-senato.html ha rivolto un appello in tal senso al Capo dello Stato Giorgio Napolitano.

1 commento:

Andrea Atzori ha detto...

Su questa proposta ecco il commento, sicuramente interessante (anche se infondato), di Roberto Calderoli,

Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord e Vice Presidente del Senato

Calderoli: La proposta di Gerardo Bianco di sciogliere solo il Senato è una proposta eversiva


"La proposta di Gerardo Bianco di sciogliere solo il Senato e mantenere in vita la Camera rappresenta una proposta eversiva". Lo afferma il Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord e Vice Presidente del Senato, Roberto Calderoli secondo il quale "stiamo cadendo veramente nel ridicolo".

"Già è incredibile - sottolinea il leghista - che si cerchi un Governo diverso da quello Prodi, tenuto conto che il venir meno del sostegno dell'Udeur ha di fatto delegittimato il Parlamento, dove attualmente ci sono dei parlamentari eletti soltanto grazie al premio di maggioranza in quanto collegati al candidato premier risultato vincente, Romano Prodi, ma ora venuto meno. Pertanto - conclude - arrivare a proporre lo scioglimento solo del Senato, mantenendo in vita soltanto la Camera in funzione di una maggioranza numerica, rappresenta un atto eversivo".

28 gennaio 2008 | 17:11:30